Gentili Soci,

nonostante la Regione Emilia Romagna, da domani 15 Novembre, sarà inserita all’interno della zone ad alto rischio di contagio (arancione) l’attività golfistica potrà proseguire in base a quanto stabilito dal DCMP del 3 Novembre 2020 Articolo 1, comma 9, punto “e”, di concerto con quanto pubblicato sul sito del CONI che ha stabilito che sono “competizioni di golf di interesse nazionale tutte quelle incluse nel cd. Annuario del Golf e nel Calendario gare della PGAI e tutte le gare, agonistiche e non, a cui possono partecipare tutti i tesserati FIG e tali da determinare una modificazione all’handicap di ciascun atleta tesserato”. L’Articolo 1 del DCPM consentite anche le “sessioni di allenamento” di chi partecipa alle suddette gare.
Tali indicazioni sono anche riassunte nella Circolare nr. 23 della Federazione Italiana Golf pubblicata sul sito FIG lo scorso 7 Novembre.
Sempre in virtù di quanto stabilito dal DCMP del 3 Novembre 2020 Articolo 1, comma 9, punto “f”, nonché dalla stessa Circolare FIG, finché la nostra Regione resterà in zona arancione è altresì consentita l’attività sportiva di base, quindi quella che coinvolge le persone che non hanno ancora l’handicap, permettendo lo spostamento fra Comuni se l’attività di cui si usufruisce non è disponibile nel proprio Comune di residenza.

Per quanto riguarda le limitazioni agli spostamenti, in caso di controllo da parte delle forze dell’ordine sarà necessario presentare, o compilare sul posto, un’autodichiarazione con la quale si motiva lo spostamento. A tal fine non lo si ritiene indispensabile però potrebbe essere utile avere con sé la tessera FIG, o la propria scheda handicap, o l’elenco delle partenze della gara a cui si è iscritti o qualsiasi altro documento utile a giustificare il vostro spostamento.

Gli spogliatoi resteranno chiusi, così come il divieto di utilizzo della sala carte e della sala TV.
Per quanto riguarda i servizi di bar e ristorante la Gestione si adeguerà alla normativa in vigore.

A disposizione per eventuali ulteriori informazioni si porgono cordiali saluti.

La Direzione